ULTIM'ORA

Allegri chiama lo Scudetto, la Juve risponde?

Milan-Juventus finale Coppa Italia

di Antonella Lamole - Allegri non ammette altri passi falsi: “Col Croton è una finale, la partita più importante della stagione contro una squadra che attraversa un momento positivo. Ho avuto buone risposte dopo la vittoria in Coppa… pensiamo a vincere lo scudetto poi penseremo a Cardiff”

Higuain vuole : “Champions e Mondiali”. Pjanic ammette: “Siamo una squadra di killer”

Dopo aver sollevato al cielo il primo trofeo della stagione, la vuole chiudere il discorso . La gara in casa contro il Crotone può voler dire sesto scudetto consecutivo e dopo il passo falso di i bianconeri cercano i tre punti. Archiviati i festeggiamenti dopo la finale di la squadra prepara così il ritorno in campo. Alla vigilia dell’importante match Massimiliano Allegri ha presentato così la partita in conferenza stampa; queste le sue parole.

Su questo finale di stagione
“Speriamo di poter festeggiare, domani doiamo vincere e basta. Khedira è a disposizione ma non giocherà; verrà in panchina. Siamo usciti dalla con un’ottima condizione mentale. Aiamo ottenuto un risultato straordinario che ci ha dato forza. Come tutte le partite col Crotone sarà difficile ma i miei ragazzi sono presenti e a differenza del pre partita contro la ho visto due buoni allenamenti. a -1 stasera? Doiamo vincere e pensare a noi stessi contro un avversario che nelle ultime gare ha fatto bene subendo pochi e ha un trend molto positivo; dovremo vincere sì, ma per vincere doiamo fare tutte le cose con semplicità ma con cattiveria come fatto mercoledì a e negli allenamenti”.

E con il sesto leggendario scudetto in bacheca, poi ci sarà chi dovrà passare alla cassa: il ad esempio. Perché con la vittoria del tricolore scatterà formalmente una delle opzioni che renderanno il diritto di riscatto al termine del prestito triennale di Juan Cuadrado, un oligo dall’effetto immediato. Un’operazione questa che farà magari , cervellotica solo sulla carta ma di fatto equivalente ad un acquisto con pagamento rateizzato che possa permettere di facilie un’eventuale plusvalenza grazie ad un processo di ammortamento che partiree da una cifra ben più bassa di quella realmente pagata. L’operazione parla di un prestito oneroso di 5 milioni l’anno su base triennale con riscatto fissato ad una cifra di 25 milioni, cui andreero scalati le quote già versate in precedenza per il prestito: in questo caso il riscatto saree di 20 milioni, cui aggiungere strada facendo fino a 4 milioni di bonus per il raggiungimento di risultati sportivi individuali e di squadra. A o da luglio risulterà un acquisto di 20 milioni, nei fatti Cuadrado sarà costato però 25 milioni più 4 di bonus, cui aggiungere anche il milione e mezzo versato nel 2015 per il precedente prestito.