ULTIM'ORA

Max avvilito: serve Juve straordinaria!

C_29_fotogallery_1021545__ImageGallery__imageGalleryItem_15_image

di Antonella Lamole - Allegri ammette: per vincere lo serve qualcosa di straordinario!

Allarme rosso in casa dopo la sconfitta col . La zuccata di Koulibaly all’ultimo minuto ha riaperto i giochi e messo a nudo i problemi dei bianconeri in questo finale di stagione. A Vinovo sul banco degli imputati ci son condizione fisica, difesa e . Dopo 10 gare con la porta inta, la ha incassato 4 gol nelle ultime 5 di . Davanti poi Dybala è irriconoscibile e non segna da oltre un mese.

A quattro partite dalla fine Allegri è ancora in testa al , ma la Signora ha visto assottigliarsi il distacco sul , che ora è solo a un punto e continua a inseguire il sogno . L’impressione è che qualcosa si sia inceppato nell’ingranaggio bianconero dopo la sera di Madrid. Sia sul piano fisico, sia sul piano mentale. La squadra ha meno gamba, è evidente. Lo si è visto a Crotone e contro il . A questo punto della stagione, del resto, con tante partite nelle gambe la spia della riserva comincia a lampeggiare a Vinovo. Lo sa bene Allegri, che in questo finale di stagione dovrà dosare bene le energie per provare a vincerle tutte e pore a casa il settimo di fila.

Ma la questione fisica non è l’unico problema nelle fila bianconere. La difesa, ad esempio, non è più il solito bunker. Lo dicono i numeri delle ultime gare. Dopo dieci giornate con la porta inta, la banda di Allegri ha incassato 4 gol negli 5 match di (Milan, Benevento, Crotone e ). In particolare balza all’occhio il calo di Benatia, protagonista in negativo sia sul rigore beffa col che sul gol di Koulibaly. E con Chiellini fermo ai box il reparto potree perdere un’altra pedina fondamentale in vista del rush finale.

Ma non è tutto qui. Anche in , infatti, la ultimamente stenta. Dopo la tripletta show col Benevento, Dybala si è spento. La Joya è irriconoscibile e anche Allegri se n’è accorto. Discorso simile per , che non segna da oltre un mese. Troppo tempo per un bomber del suo calibro. Soprattutto nel momento cruciale della stagione. La fatica dietro e stenta in . A Vinovo è giunta l’ora di cambiare passo. Con quattro vittorie, infatti, la sconfitta col non conterà nulla.