ULTIM'ORA

Alibi Carvalese: ha sbagliato, il Napoli molto di più!

image87

di Paolo Paoletti - Perchè non è andato De Laurentis a parlare con arbitri e Tavecchio? C’erano Pecchia e Higuain al confronto diretto con la classe arbitrale a Roma nel previsto incontro tra tecnici, capitani, arbitri, dirigenti. Presente il Dg Michele uva e il presidente Figc Carlo Tavecchio, accusato dal Napoli di campionato falsato!
Benitez è andato a Liverpool per decidere il suo , chi si occupa di quello del Napoli?

Giampaolo Calvarese, 39enne di Teramo, 52 presenze in serie A, è stata una desiganzione pro Napoli:
1. è arbitro casalingo col 56% di vittorie interne (74 su 131);
2. nei 5 precedenti col Napoli, 4 vittorie ed 1 pari è andato contro le sue ‘tendenze’, in quanto 2 vittorie azzurre sono state fuori casa;
3. particolarmente ‘amico’ del Napoli al punto di esser designato anche per l’amichevole estiva, 2 agosto, col Paok Salonicco.

Ma Carvalese è anche uno che ammonisce molto (639 gialli, 5 a partita), è interrompe volentieri il gioco…con 4199 falli fischiati (32 a partita).
Nessuno ne ha tenuto conto visto che Inler, diffidato, salterà la Roma per squalifica.

Alla fine del primo tempo di Napoli-Atalanta – più che mediocre – nessuno aveva da lamentarsi.
Cosa è successo nell’intervallo?

La stupida tesi del complotto avanzata da De Laurentis è che i risultati degli altri campi, hanno dato una direzione all’arbitro.
Avrebbero dovuto darla sopratutto ai giocatori del Napoli…Roma, Lazio, Sampdoria e Fiorentina vincevano.

Carvalese è lo stesso di Napoli-Genoa, che mandò sulle stese frequenze Preziosi. Ma gli errori di Tagliavento in Milan-Cagliari e Di Bello in Juve-Genoa?

La verità del Napoli è che delle 8 occasioni da gol cui Benitez rimanda, solo Zapata ha saputo trasformare…
Da lì nasce tutto, gli errori del Napoli.
Difesa con 3 marcatori, contro il solo Denis; Inler e David Lopez come sempre in mezzo stavolta dal doppio regista Cigarini-Migliaccio e il fastidioso Morales tra le linee; Callejon irretito perfino da Papu Gomez che lasciava praterie; il bisticcio De Guzman-Gabbiadini alla ricerca dello spazio per il tiro…

Il al 5° posto dipende dalla frenata dell’attacco: mai, prima d’ora, aveva segnato 1 solo gol in 3 partite; mai aveva sbagliato tanto.
deve risponderne sopratutto Higuain, il miglior giocatore del Napoli:
1. il vero goleador segna 1 rete a partita. Se Menez segna 15 reti in un derelitto Milan, il giovane Icardi altrettanti nel disastro nerazzurro; la mummia Toni è ancora capace di mettere sotto il Napoli e va come una scheggia nonostante abbia 31 anni, Gonzalo si faccia un serio esame di coscienza!
2. il vero trastore resta lucido, non aizza i compagni con continue proteste che hanno innervosito anche Calvarese;
3. le ammonizioni a questo punto della stagione fanno la differenza: Higuain non ne capisce l’importanza.

Per il resto il Napoli ha giocato l’ennesima gara deludente e Calvarese ne ha fatta una di troppo…
Tutto qui.

Siccome niente arriva a caso, c’è da spiegare cosa c’è dietro.

DE LAURENTIS non conta niente. E’ tenuto al guinzaglio da e Lotito. Ha votato Tavecchio sbandierando la scheda con il suo nome mentre Juventus e Roma erano all’opposizione. Sperava – gli avevano promesso – che gli arbitri l’avrebbero fatta pagare ai contestatori: adesso Tavecchio sta cercando una soluzione bonaria con sui 450 milioni di risarcimento danni e Lotito va tenuto buono messo ‘fuori’ dalle riforme.

I giocatori del Napoli sanno che il non ha spessore politico, non ha di influenza, non è un valore aggiunto.
Riccardino Bigon con Calvarese ha fatto la figura del ragazzotto di provincia, sbraitando in mezzo al campo come fosse al mercato.
De Laurentis non ha avuto neanche il coraggio di firmare personalmente le accuse all’arbitro, come se ci fosse una differenza tra il suo twitter contro Tagliavento e le frasi pesantisime pubblicate sul sito del Napoli, di cui da rappresentante legale del è responsabile.

Io so bene come si fa con gli arbitri: mi sono bastati 3 anni da dirigente della SSC Napoli per capire chi, come, cosa si fa negli spogliatoi.
Il Napoli nella somma arroganza di De Laurentis non è attrezzato per fare questo lav e ciò influisce sui risultati.
Che Benitez sia stato espulso per la prima volta è una macchia che lo spinge ancora più lontano dal Napoli e dall’Italia, ma non è un alibi.
Come non può esserlo il pareggio contro una Atalanta in 10 per 40 minuti, dal 9′ al 49esimo del secondo tempo!!!

Al 90% il contatto Pinilla-Henrique viene sempre sanzionato a favore del difensore. Non sono sicuro che Pinilla abbia fatto fallo intenzionale, Henrique invece ha certamente sbagliato facendo passare la palla per giocarla all’indietro invece di aggredirla tagliando l’avversario. Errore individuale, decisivo.
Come lo sono decisivi quelli di Higuain sotto porta, almeno 3!

In questa fase della stagione serve vincere partite con un episodio. Il Napoli, invece, ha ancora perso contro se stesso, nelle lacune tecniche e di personalità della rosa. Benitez non va in campo e sbaglia spesso nello scegliere chi ci va.
Ma le colpe di questo Napoli, quinto, ad 1 punto dal fuori anche in Europa league, vanno al pari assegnate ai giocatori e De Laurentis.

Senza i 50 milioni della , assisteremo ad un nuovo passo del gambero. Ridimensionamento che ci riporta a Reja e Mazzarri, quando va bene.
Prendersela con l’arbitro è il peggior segnale di un provincialismo, di cui il respiro internazionale è solo l’ultima delle grandi falsità propinate da Aurelio, Re della bugia!!!