ULTIM'ORA

ADL, tutto e niente: Cr7 è un nome, noi ne abbiamo 11!

Ancelotti-De-Laurentiis

di Paolo Paoletti - Di anco ad Ancelotti De Laurentis ha parlato di Cristiano Ronaldo alla Juve: “Non si cresce con i nomi che fanno risonanza, quelle sono incursioni pericolose perché la squadra poi gioca per quel giocatore. Il calcio si gioca in 11. Io ho fatto un tweet di benvenuto per CR7 ma poi mi sono adombrato pensando all’occasione persa per un contratto sui diritti tv”.

Sull’affare del secolo il Napoli può solo essere spettatore?
“Siamo sempre stati protagonisti, gli olandesi hanno classicato il Napoli come club che ha mostrato maggiore crescita negli anni. Il calcio si gioca in 11 e nalmente da noi ce ne sono 11 che sanno il fatto loro. Quando ho letto stamattina di Ronaldo ho fatto un tweet, welcome Ronaldo, sale e pepe nel calcio no. Poi mi sono adombrato per la poca crescita che c’è nel calcio no, visto che nell’ultima assemblea di mi ero battuto per fare un accordo con annuale con opzioni e non triennale. Ora con l’arrivo di Ronaldo guardate quanti introiti perderemo”.

De Laurentis ha parlato dwell’ordine ricevuto da Ancelotti di trattanere la spina dorsale della squadra…
“Jorginho a parte resteranno, poi Ancelotti potrà provare tutto. Andremo a Dublino contro il Liverpool, poi a San Gallo contro il Bo Dortmund e poi ci sposteremo a Wolfsburg e lì il mister avrà avuto la possibilità di vedere i valori e dall’11 agosto avremo diversi giorni per capire eventualmente chi non si amalgama col gioco. Il problema è la sovraondanza di giocatori e Carlo mi ha detto che non vuole più di x giocatori per evitare confusione. E’ un periodo di verica. Poi viste le richieste che aiamo a certe cifre, questi sono top player. E vediamo anche quanto si rinforzeranno gli altri. Con Ronaldo l’asse si risposta sull’ mediaticamente e come valori… Io mi sono battuto per un contratto tv di un anno con opzione, ora avremmo potuto chiedere 1 miliardo e 200mln per il secondo e terzo anno e non 900″.

Su Twitter i chiedono Cavani.
“Si leggono tanti nomi ma su Cavani non c’è nulla. Io capisco i ma nessun club vince accontentando loro. Un colpo come Ronaldo fa bene anche ad Allegri. Come fa un allenatore a vincere sempre? Se poi perde si mette subito in discussione. Uno come Ronaldo fa bene anche fuori dal campo. Se farà il testimonial poi…”

Il VAR.
“Aiamo fatto un passo avanti col VAR, ora mi batto per le modiche perché non diventi solo un’altra bastarda opportunità e si fa presto a pensar male. Se non fossero accadute certe cose chiare a tutti, avremmo superato di 1 o 2 punti la Juve (che non cita). L’uscita dalle coppe però non posso condividerla, tra l’altro ha determinato una perdita di bilancio di 15 milioni di euro”.

Come sempre chiusa con a Sarri… Dire che è sempre colpa degli altri è il vizio dei poveri!