ULTIM'ORA

ADL spara: se usciamo è uguale, Carlo risani Sarri!

1023340158-0200-kxYH-U290594811192QbH-620x349@Gazzetta-Web_articolo

di Mary Bridge - Arrivato a per il pranzo di gala in attesa della sfida decisiva di Champions contro i Reds, Aurelio ha presentato la gara tra e bugie.
“È una partita molto importante, la Champions è una competizione straordinaria, ovvio che tutti la viviamo con la voglia di far bene”. Fin qui banale…

Poi la fesseria del secolo: “Uscire dalla Champions o continuare non cambia nulla. Il non è un ciuccio, ma un cavallo. Aiamo tenuto le sue briglie per cercare di raggiungere il traguardo e stare in Europa ed andare avanti sempre”.

Se i cronisti avessero avuto il siero delle a portata di mano, ADL saree dovuto scomparire dalla vergogna. Per arrivare gli ottavi il cine-presidente si faree scorticare vivo.

Quindi mette il peso della responsabilità su Ancelotti:”Il grande acquisto della stagione è Carlo Ancelotti, bisogna dargli il tempo di risanare quanto datogli, sono felice di aver trovato un collaboratore come trovo nel mondo del ”.

“Noi cerchiamo di essere una famiglia nella quale si cresce, sono tutti divi e star perché tutti sono padroni della l libertà”.

Due precisazioni: che Ancelotti dea risanare i 92 punti in classifica ereditati da Sarri sarà più che diffi. Che Carletto venga reputato da ADL un collaboratore come quelli dei cinepanettoni, il di , è una offesa che doveva risparmiarsi!