ULTIM'ORA

ADL-Sarri: inciuci e vendette. E Napoli paga!

Sarri-DeLaurentiis-600x343

di Romana Collina – Finalmente tutto viene a galla!
A gli stracci non sono più panni sporchi da lavare in famiglia…
Il finale e il sogno scudetto quasi archiviato, scopre che e Sarri sono in guerra. Da mesi.

Una scoperta solo per chi ha voluto mettere la testa sotto terra, o voluto coprire i fatti in mala fede.
Il futuro di Maurizio Sarri è solo il pretesto: la e che da mesi Sarri e ADL non si sopportano più. Da quando fu ufficiale che Reina saree andato via e che solo lo scudetto avree fatto da collante nello spogliatoio.

L’incontro tra i due per eliminare la clausola rescissoria da 8 milioni di euro, previsto da diverse settimane, non si è mai tenuto e non è neanche in programma. Abramovic e altri emissari francesi e tedeschi hanno raccolto l’insoddisfazione del tecnico azzurro per la gestione socieia. Vero motivo dell’addio sempre più probabile di Maurizio.

NERVI TESI. I rapporti sono ai minimi storici. Tanto che nelle ultime ore si è sfogato pulicamente sul lavoro di Sarri, con diverse critiche per il mancato turnover e l’esclusione anticipata dalle coppe europee, prima ed poi.
Bocciatura a lingua sciolta con amici romani e

Chelsea, Monaco, Borussia Dortmund e Zenit in momenti diversi hanno tentato l’allenatore. ADL sa tutto e vuol far cuocere nel proprio brodo Sarri. Chi lo vuole si faccia avanti e paghi…
FGIAMPAOLO? ? Il cinepresidente, infatti, sta già pensando al sostituto: piacciono Marco Giampaolo – al posto di Sarri già ad Empoli – e Simone Inzaghi.
Il sogno saree Antonio , che però guadagna cifre impensabili.
Stuzzica Unai Emery, che qualche giorno fa ha annunciato l’addio al Paris Saint-Germain ma che disse no al anni fa. Smacco che ADL non dimentica.
Infine Rafa Benitez per un tanto clamoroso quanto improbabile.

Al momento, quindi, c’è una sola, : Sarri è sul punto di essere l’ennesimo allenatore che molla dopo Mazzarri e Benitez.
Non male. Meditate, gente. Meditate…