ULTIM'ORA

ADL: non serve l’acquisto per vincere! Carlo trema

download

di Paolo Paoletti - “Bisogna capire che per vincere non è che ci vuole l’acquisto, ma nervi saldi. Aiamo una squadra forte e per uno che possiamo perdere ce ne sono quattro che possono fortunatamente arrivare, sia per l’esperienza di Ancelotti sia per le nostre possibilità economiche”: lo ha detto Aurelio De Laurentis a margine di “Generazione Var”, dibattito organizzato dall’Università Federico II.
Poi apre alle cessioni… “Ci sono delle clausole rescissorie se qualcuno la vuole esercie vuol dire che non ama così tanto il . Più volte la stampa ha offeso i nostri calciatori non considerandoli forti, ma i nostri calciatori erano già forti in nuce e lo sono diventati”.
“Noi doiamo prima di capire con Ancelotti, durante il ritiro quali sono le possibilità del nostro attuale gruppo. Sono tanti i nostri calciatori in . Acquise Balotelli saree un torto a chi, con la fede, si è lasciato acquise per il e magari non ha ancora mai giocato. Far credere che l’ sia una nostra priorità è un errore. noi aiamo altre priorità”.
Ma che capperi dice questo De Laurentis?
Lo scorso anno, al termine di un ottimo il di Sarri chiuse al con 5 punti di svantaggio: 91, 87, 86.
La ntus dopo il Sesto consecutivo fece questo in entrata: Douglas Costa (46), Bernardeschi (40) Matuidi (20), Szcezcsny (15), De Sciglio (12,5), Betancur (9,5).
Per un totale spesa di 143 milioni!
E venduto: Bonucci (42),Rincon (9), Neto (7,5), permettendosi il lusso di lasciare libero Dani Alves su cui c’era accordo per un secondo anno. Totale incasso: 78,5.
Saldo di -75,5!
In questo tutti i nuovi hanno fatto la loro parte: ma chi ha fatto la differenza nel momento decisivo perchè la ntus vincesse il Settimo?
Unanimamente, Daouglas Costa, l’acquisto più costoso, da 46 milioni.
Il quest’anno si è superato arrivando a 91 punti, quanti quelli della lo scorso anno. Ma chiudendo ancora a -4 dai bianconeri (95), rosicchiando 1 solo punto.
E De Laurentis che dice…?
Non serve spendere, non serve l’acquisto, per vincere. Ma nervi saldi. Eppure per la prima volta in modo esplicito, afferma di avere i soldi per acquise.
Povero Carletto, se questo è il cartello del vincente…