ULTIM'ORA

ADL, NO da Icardi e Rodrigo. Bocciato Milik, James…

De-Laurentiis1

di Paolo Jr Paoletti – Il cerca una prima punta, la conferma che, però, scarta le prime due ipotesi: “Icardi è fortissimo, la considerazione nei suoi confronti è indiscutibile ma vorrà sempre andare alla Juventus. E comunque, come ha detto Ancelotti, io mi tengo Insigne. Rodrigo invece ci ha detto che preferisce rese in Spagna e ne prendiamo atto”.
Insomma due grandi e pesantissimi “NO” incassati da ADL!

Il cine-presidente poi s’aggrappa a James Rodriguez, sparandola grossa… “Mediaticamente viene solo dopo e Messi. Il Real Madrid però ha pretese elevate”.

Al Corriere dello Sport, ADL traccia le linee di mercato del nuovo a partire da James: “Piace molto Ancelotti, vuole venire qui ma a Madrid hanno pretese elevate. Rimaniamo in attesa di richieste più ragionevoli”.

Niente Rodrigo, il presidente usa bastone e carota per descrivere Icardi: “Non si può ignorare il suo talento, se ne è parlato talmente tanto che sembra più vecchio dei 26 anni che ha. Visto da fuori sembra essersi gestito male, non ha colto l’importanza del ruolo che riveste”.

Su Elmas: “Molta considerazione per lui ma prima dobbiamo sfoltire la rosa. Se io dovessi comprare Elmas non giocherebbe da nessuna parte… Ho detto ‘Se’. I vorrebbero 33 formazioni. Elmas arriva? Dobbiamo se tre settimane qui, vediamo….

Poi ha riparlato a Dimaro…
“C’è entusiasmo qui a Dimaro? Con i napoletani l’entusiasmo non è mai mancato. E’ un ritiro sereno. Sono tutti concentrati e pronti a dare il meglio. Sabato ci sarà il primo incontro col Benevento e c’è la possibilità di incontrare Maggio, un vecchio amico. Il ha sempre avuto una levatura internazionale. A parte quel periodo tra l’addio di Maradona e l’avvento nostro. Prima c’è stato quel genio che è Maradona, poi siamo arrivati noi che da quando siamo tornati in Serie A abbiamo avuto i Quagliarella, i Cavani, i , gli Higuain. Tanti calciatori che dimostrano che l’zzazione di questo club era avviata. Il purtroppo ha vinto poco, soltanto due scudetti. Ma sono cambiati anche i tempi e il calcio. Il ha perso tempo nei suoi primi 50 anni.

SU JAMES SPIEGA… “James è nei nostri cuori, soprattutto nei cuori di chi l’ha allenato meglio di chiunque altro, Ancelotti. Il problema di James è che bisogna fare i conti col Real Madrid. Noi siamo duri e non vogliamo cedere alle ingiuste richieste del Real Madrid. Non abbiamo fretta perché la nostra squadra è già molto forte. Dobbiamo fare soltanto dei colpi, niente di particolare. I colpi si fanno in due, tra chi vuole acquise e chi vuole vendere. Noi vogliamo acquise, ma non vogliamo correre rischi”.

. “Incontro? E’ una stupidaggine colossale, enorme. Io l’ho incontrata tre anni fa e non ho nessuna intenzione di incontrarla di nuovo. Mi è stato sufficiente quell’incontro. Anche perché Icardi non rientra nelle necessità attuali del . Nel momento in cui io lo chiesi era un altro momento storico. Era l’anno che s’era infortunato Milik e volevamo trovare una sostituzione a lui, ma fu bravo Sarri a far divene il nostro folletto uno capace di superare i trenta .

Devi essere iscritto per commentare

Login

Leave a Reply