ULTIM'ORA

ADL: è scomodo Insigne! ViaKouliba e marchette cinesi!

191655412-ee605db0-e0a5-4331-a4e4-da5b004f9b28

di Paolo Paoletti - Terribile dichiarazione di : “Insigne scomodo, decida cosa fare e cambi atteggiamento!”
Atto in risposta alla visita di Mino ieri a Castelvolturno con conseguente colloquio chiaricatore con Ancelotti e Lono!

è stato chiaro: ha dato gli 8 mesi ad Insigne, magari anche solo 2 per arrivare no a gennaio. Mossa che ha voluto signicare il ‘passo’ del cinepresidente verso l’allenatore, segnale di pace e di stima. Almeno no alla pma sparata….!

Non si capisce la forma voluta da ADL per lanciare, invece, questo messaggio anche perchè, arrivato in Comune per la convenzione del San Paolo, era stato molto morbido verso Sindaco e Istituzione comunale: “oggi si chiude questa vicenda o. Avevo rmato con la Jervolino per 10 anni, smisi di pagare perchè non mi davano dei che avevo anticipato. Adesso si chiude e si va avanti!”

Risolto il problema San Paolo, la dichiarazione di , rilancia un caso senza ne…
“Non c’ero al summit di Insigne con e Ancelotti. Il problema di Insigne è che lui deve capire da grande cosa vuole fare, perché lui ha sempre avuto un atteggiamento di scomodità a Napoli”.
“Io Insigne lo capisco e lo proteggo mi piace e mi sta simpatico, però lui ha sempre sentito scomoda la situazione napoletana. Bisogna che si tranquillizzi e diventi una persona serena. Ma è un problema suo, non glielo possono risolvere né né Ancelotti”.

“Insigne è un grandissimo calciatore e può essere in forma o meno in forma. Se l’allenatore non lo utilizza lui non può uscirsene con battute o con atteggiamenti quasi di sda perché l’allenatore è un padre di famiglia che ha 60 anni e solo per questo non ti manda a quel paese”.

ADL ne ha anche per Mertens e tentati dai : “Non sono disposto a uno sforzo importante. Ritengo che ogni giocatore abbia un suo valore a seconda di dove gioca, come gioca, che età ha e ciò che fa. Se qualcuno vuole andare a fare le marchette in Cina perché strapagato, per vivere due o tre anni di merda è un suo problema. Non posso considerare concorale la Cina, è lontana. Se invece loro la considerano vicina, questi sono problemi loro che non mi riguardano. Nella vita bisogna scegliere se lavorare nti e fare ciò che ti piace, oppure farlo solo per . Per me i sono un mezzo, non un ne. Se per loro non è così, vadano pure in Cina”.

Domande anche su Koulibaly e Fabian Ruiz, a cui il presidente azzurro ha risposto così: “Io sono affezionato a Koulibaly e non l’ho venduto neanche per 105 milioni, poi arriverà un momento in cui Koulibaly bisognerà venderlo per forza. La corte di Real e Barcellona per Fabian Ruiz? Se io mi convinco a pagare uno che è sconosciuto 30 milioni non sono nato ieri. Chiaramente il giocatore vale. Abbiamo Fabian Ruiz ma chissà quanti altri ne troveremo, la porta è sempre aperta non bisogna mai affezionarsi a un giocatore”. Inne, la conferma del rapporto speciale con Ancelotti: “Con lui ho un grande rapporto e non lo mollo di certo. Lo vorrei sulla del Napoli per altri 10 anni”.

Devi essere iscritto per commentare

Login

Leave a Reply