ULTIM'ORA

ADL attacca Sarri dal CorSera: “Conte? Perfetto”.

De.Laurentiis.Napoli.mano.sulla.faccia.2014.15.750x450

di Paolo Paoletti - ne ha per tutti. In un’vista al , attacca Sarri e indica il suo successore: “Se Sarri resta, bene. Sennò Conte può essere il ndante perfetto”.

non ha accettato il risultato di -Juve e si rifugia nell’alibi del campionato falsato…
“Resto uno sportivo che però vuole cambiare le regole. -Juventus? Non credo che una partita possa indirizzare tutto il campionato. Il punto non è Orsato o un altro, ma la responsabilità che viene attribuita ancora agli . Il Var è uno strumento giusto e innovativo e andrebbe introdotto anche in , ma viene utilizzato male. Nella cabina di regia non possono esserci gli . Il Var deve avvicinarsi quanto più possibile al controllo matematico delle azioni di gioco e degli episodi dubbi. Finché le valutazioni saranno affidate a persone sospettabili, non ci saranno certezze. Sarebbe opportuno formare tecnici super partes deputati a prendere le decisioni. Agli allenatori bisognerebbe concedere la possibilità, almeno per due volte a ogni partita, di richiedere il Var se hanno dubbi. Collina è contro di noi, ha i suoi essi, Nicchi parla da politico e difende la casta. I direttori di gara andrebbero considerati liberi professionisti stipendiati dalla Lega e non dalla Federcalcio, al terzo sbaglio dovrebbero restare fuori per tre anni. Il tutto con la supervisione dell’Eca. Siamo un organismo che ogni anno mette a disposizione dell’Uefa 600 calciatori, avremmo pure il diritto di dire la nostra?”.

Già la Eca, presieduta da Andrea e di cui è stato chiamato a farne parte anche
Come fa a dir male della Juve se lui collabora con il suo presidente?
“Sudditanza psicologica verso la Juventus? C’è sempre stata. La società appartiene a una delle famiglie più potenti d’, è normale che sia così. E con Calciopoli non si è andati giù troppo pesante. Ma non è questo il problema. Va rivista la geografia del calcio per non continuare a sottrarre pubblico. Finiremo, tra 10 anni, con i giochi elettronici che avranno superato il calcio nell’esse della gente”.

I dicono che è stato uno scudetto scippato…
“Ma no. Per vincerlo e avere un posto nel paradiso dell’ non devi avere infortuni e soprattutto far girare la rosa. A Firenze la squadra sembrava vittima di un crollo psicologico? Non credo. I giocatori hanno finito il carburante. Forse, in alcune partite, andavano utilizzati e alternati i 25 della rosa. Ci sono stati momenti in cui eravamo primi, avevamo un buon margine sulla terza. I più forti potevano riprendere fiato ed esser pronti per il rush finale. Invece non siamo stati abbastanza motivati nelle coppe”.

Primi 2 attacchi diretti a Sarri: rosa inutilizzata e Coppe snobbate. Finale sul successore…
“Sarri può andare via? Con lui ho già parlato del contratto, mi ha chiesto di aspettare. Se decidesse di restare sarei contento, altrimenti ne prendo atto e faccio valere i miei diritti (clausola rescissoria). Da ottobre ci guardiamo attorno sia in , sia in . Simone Inzaghi, Giampaolo e Semplici: le soluzioni sono tante, bisognerà fare la scelta giusta. Antonio Conte sarebbe un colonnello perfetto per far rispettare le regole. Non abbiamo di andare avanti, con o senza Sarri”.

Infine i rischi mercato
“Potrebbero andar via giocatori importanti? Se accadrà, siamo pronti a prenderne altri, così come è accaduto altre volte in passato. Siamo su un attaccante che ha già fatto 20 gol in un altro campionato (Moussa Marega del Porto, rappresentato da Jorge Mendes, attualmente compagno di merende di ADL). Avanti anche sul portiere, uno tra Rui Patricio e Leno”.

Perchè nessuno ha chiesto il perchè ADL vuole acquistare un club in Portogallo?