ULTIM'ORA

Morto Beha: addio amico mio, il giornalismo ti deve molto!

o_3b9b5ea58d

di Paolo Paoletti - Addio amico mio. La morte di deve far riflettere sul ruolo del sta.
Non ho mai creduto che si fosse inventato la di Italia-Camerun, non ne aveva le prove. Io 8 anni dopo, nel salone del Grand Hotel Telese Terme Rohger Milla mi confessò che il sta italiano aveva ragione!
Gentiloni, presidente del Consiglio, ne ha ricordato l’impegno professionale… “Beha era indipendente e mai banale”.
Giocava bene al calcio anche se afflitto da ginocchia massacrate. Le ultime partite con la NIG, Nazionale Italiana sti, le giocò nel ritiro in trentino. Io centravanti, Oliviero mezzo destro…
Anni dopo, lo trovai sgomento nella hall di Villa Stuart, aspettava una visita dal professor Mariani; non per lui, per il figlio Manfredi. L’unico maschio di tre
Zorro, non si è mai tirato indietro nella ricerca delle . Per grandi e piccoli editori. Ogni volta che andavo a lui per Radio Club 91, era sempre pronto a parlare ai senza remore, con grande leggerezza, pungente, irriverente con tutti i poteri.
Figuriamoci verso De Laurentis.
Da Oli ho imparato molto, sopratutto la forza della logica, prente su tutti gli interessi di parte. Come Beha non ne esistono più. Grazie amico mio, conoscerti è stato un privilegio.

ANSA. E’ morto a , aveva 68 anni. L’annuncio della figlia Germana. “E’ stato un male molto veloce. Papà se n’è andato abbracciato da tutta la sua grande famiglia allargata di parenti e amici”.
sta, scrittore, saggista, conduttore televisivo e radiofonico, Beha era nato a il 14 gennaio 1949.
Lascia la moglie Rosalia, i figli Saveria, Germana e Manfredi, l’amatissimo nipotino Michele.
Dopo gli esordi a Tuttosport e Paese Sera, Beha aveva lavorato tanti anni a Repubblica, inviato, occupandosi di sport e società.
Il lavoro con la arriva nel 1987 con Andrea Barbato a ‘Va Pensiero’, contenitore culturale della domenica di Rai3.
Tante, negli anni, le trasmissioni di successo: Radio Zorro, atissimo programma di servizio di Radio Rai, alla Gazzetta dello Spot su Rai3 (tra l’89 e il 1990) fino a Brontolo, settimanale in onda su Rai3 dal 2010 dedicato all’approfondimento politico e e.