ULTIM'ORA

Addio 2016, si chiude con la sfida infinita.

Test macth a Milano, Italia-Germania il 15 novembre

di Nina Madonna - Il 2016 dell’Italia si chiude con il botto, nella sfida amichevole dello o Giuseppe Meazza di , alle 20.45, contro gli eterni rivali della , che quest’anno ci hanno sconfitto due volte, di cui una importantissima, nei quarti di finale dell’Europeo in , dopo i calci di rigore. Si tratta della sfida numero 35: nelle precedenti 15 successi azzurri, 8 tedeschi e 11 pareggi.

È dalla semifinale di Euro 2012 che l’Italia non batte la : nelle tre gare da allora un pareggio, una per 4-1 dei tedeschi e la partita terminata ai dell’ultimo Europeo.

L’Italia è imbattuta nelle ultime quattro gare disputate e non arriva a cinque gare di fila senza sconfitta da giugno 2015, ma la , dopo la sconfitta in semifinale all’Europeo contro la , ha vinto le cinque gare successive (amichevoli comprese), realizzando 18 reti e non subendone nessuna.

Contro i tedeschi però, di amichevole c’è ben poco, visto gli illustri precedenti (soprattutto nel 1974, nel 2006 e nel 2012): il ct azzurro Ventura stasera dovrebbe abbandonare il 4-2-4 della contro il Licehtenstein per tornare ad affidarsi alla difesa a tre, composta nell’occasione da Rugani, Bonucci e Romagnoli, mentre in attacco agirà il tridente composto da Eder, Beloti e Immobile. Il ct tedesco Löw, reduce dalla tanto stata contro il San Marino per 8-0, dovrebbe affidarsi al 4-2-3-1, nel quale darà ampio spazio ai : oltre a Gnabry, autore di una tripletta al debutto col San Marino, dal primo minuto ci sarà il terzino Gerhardt, il trequartista Goretzka e il centrocampista Weigl.
FORMAZIONI.
ITALIA (3-4-3): Buffon; Rugani, Bonucci, Romagnoli; Zappacosta, Parolo, , Darmian; Eder, Belotti, Immobile.
(3-4-2-1): Leno; Mustafi, Howedes, Hummels; Kimmich, Weigl, Rudy, Gerhardt; Gundogan, Goretzka; Muller.