ULTIM'ORA

Promossi e bocciati: Marotta, Re mercato!

combo2

di Paolo Paoletti - Ci sono 7 nuovi allenatori sulle panchine di Serie A: Andreazzoli (Genoa), Conte (), Sarri (Juventus), Giampaolo (Milan), Fonseca (Roma), Di Francesco () e Juric (Verona).

Questi allenatori e le scelte di mercato, sono i presupposti per capire come sarà il campionato già cominciato e che vede dopo 2 partite in testa , Juventus e Torino a 6 punti!

Analizzate le spese per gli acquisti ed i soldi entrati per le cessioni, ecco la classifica sulla base dei numeri di Transfermarkt, stilata considerando il saldo finale delle squadre di Serie A chiuso il mercato.

L’ domina, ma colpisce il o della Juventus, in attivo di ben 13 milioni!

La Juve infatti è una delle 4 con un o-mercato in attivo, mentre le altre 16 hanno chiuso in passivo.

Ecco chi ha speso di più e chi di meno, secondo Transfermarkt. Ed anche chi ha speso meglio e chi peggio!

1° posto : o —103,04 milioni. Spese 155 milioni, entrate 51,60 milioni (fonte Transfermarkt). Ha comprato in difesa, centrocampo e attacco. I colpi migliori sembrano Sensi e Lukaku, peraltro a 65mln pagabili in 5 anni! Da verificare Barella e Godin. Capolav la cessione di al PSG a potenziali 70 milioni. VOTO 7,5.

2° posto MILAN: o —75,5 milioni. Spese 109 milioni, entrate 33,5 milioni (fonte Transfermarkt). Molte perplessità suscita la rosa messa a disposizione di Giampaolo. Correa è il colpo fallito! VOTO 5.

3° posto NAPOLI: o —71,8 milioni. Spese 128 milioni, entrate 56,2 milioni (fonte Transfermarkt). I tifosi volevano James Rodriguez e , è arrivato Lozano. In difesa Manolas, preso con la clausola, non colma la partenza di Albiol. Di Lorenzo è un prospetto. Serviva rifare la difesa sopra in regia ed esterni. VOTO 5.

4° posto BOLOGNA: o —39,45 milioni. Spese 66,85 milioni, entrate 27,4 milioni (fonte Transfermarkt)

5° posto CAGLIARI: o —21,9 milioni. Spese 35,4 milioni, entrate 13,5 milioni (fonte Transfermarkt)

6° posto : o —16,5 milioni. Spese 27,4 milioni, entrate 10,9 milioni (fonte Transfermarkt)
7° posto BRESCIA: o —13,95 milioni. Spese 14,05 milioni, entrate 0,1 milione (fonte Transfermarkt)
8° posto SPAL: o —12,2 milioni. Spese 25,2 milioni, entrate 13 milioni (fonte Transfermarkt)

9° posto TORINO: o —10 milioni. Spese 33,5 milioni, entrate 23,5 milioni (fonte Transfermarkt)
10° posto SASSUOLO: o —9,54 milioni. Spese 59,55 milioni, entrate 50,01 milioni (fonte Transfermarkt)
11° posto LECCE: o —7,7 milioni. Spese 7,9 milioni, entrate 0,2 milioni (fonte Transfermarkt)
12° posto HELLAS VERONA: o —6,09 milioni. Spese 13,39 milioni, entrate 7,3 milioni (fonte Transfermarkt)
13° posto : o —5,84 milioni. Spese 18,04 milioni, entrate 12,2 milioni (fonte Transfermarkt)
14° posto ROMA: o —5,7 milioni. Spese 109 milioni, entrate 103,3 milioni (fonte Transfermarkt)
15° posto : o —5,21 milioni. Spese 39,41 milioni, entrate 34,2 milioni (fonte Transfermarkt)
16° posto : o —3,62 milioni. Spese 54,16 milioni, entrate 50,54 milioni (fonte Transfermarkt)

17° posto GENOA: o +1,9 milioni. Spese 49 milioni, entrate 50,9 milioni (fonte Transfermarkt). Preziosi fa e disfa. Andreazzoli sta al gioco, anche perchè ne è cosciente. In questo inizio la squadra gioca discretamente. Ma i veri valori escono alla distanza. VOTO %,5.

18° posto JUVENTUS: o +13 milioni. Spese 188,5 milioni, entrate 201,5 milioni (fonte Transfermarkt). Ha 27 giocatori in rosa. L’esclusione di Emre Can e Mandzukic dalla lista Champions, conferma che in uscita il mercato ha fallito. Sopra con Dybala. VOTO 7.

19° posto ATALANTA: o +26,8 milioni. Spese 34,7 milioni, entrate 61,5 milioni (fonte Transfermarkt). A Percassi servivano soldi per rinnovare lo , il mercato ne ha prodottio una parte. Vedremo se Gasperini roiuscirà nell’ennesimo miracolo. La Champions è la grande vetrina per Bergamo e l’Atalanta, la rosa tecnicamente non sembra all’altezza. Ma non è in Europa che la DEA deve trionfare. VOTO 6.

20° posto UDINESE: o +33,8 milioni. Spese 10,1 milioni, entrate 43,9 milioni (fonte Transfermarkt) Solito obiettivo raggiunto dalla famiglia Pozzo. E’ vero che la mission è valorizzare e vendere giovani, ma lo scampato pericolo dello scorso anno avrebbe consigliato maggiore cautela.
VOTO 5.

Devi essere iscritto per commentare

Login

Leave a Reply