ULTIM'ORA

Barça main sponsor da 55mln: gli altri?

url

di Carmen Castiglia - Money, money, money… non è Liza Minneli a cantare, ma i contabili dei club di a contarne tantissimi.
L’accordo da 55 milioni di euro l’anno più bonus chiuso dal con Rakuten, gigante giapponese dell’e-commerce in Europa quasi sconosciuto, ha riscritto la classica delle sponsorizzazioni di maglia al netto degli sponsor tecnici che versano soldi e forniture di aigliamento sportivo costosissime.

Primo in classica negli incassi è come al solito il Manchester United: 70 mln no al 2021, da Chevrolet.
Al secondo, attualmente c’è il Chelsea che rivece da Yokohama (pneumatici) 47 mln a stagione.
Terzo no al 2017 il con 34 mln annui da Qatar.

GLI ALTRI. Quarto è il , 35 milioni più bonus no al 2022-23 da Deutsche Telekom.
Poi nell’ordine:
5. Arsenal: 35 mln da Emirates no al 2018-2019;
6. Liverpool: 34 mln da Standard Chartered no al 2018-2019;
7. Real Madrid: 30 mln da Emirates no al 2017-2018;
8. Paris Saint-Germain: 25 mln da Fly Emirates no al 2017-2018;
9. Manchester City: 23 mln da Etihad no al 2020-21;
10.Tottenham: 20 da , no al 2018-2019.

IN ITALIA. I club italiani sono lontani anni luce da queste cifre e sopra dai rapporti con le multinazjonali impegnate nello sponsoring sportivo.
La prima per sponsor sulla maglia è il Sassuolo, che riceve da Mapei 18 milioni di euro. UN autonanziamento in quanto l’azienda sponsor e dello stesso presidente.
Dietro la Juventus con 17 mln da Jeep, per cui lo stesso discorso del Sassuolo.
Poi (Emirates a 14 milioni), (Pirelli a 12 milioni) e (Lete a 8 milioni, la metà di quanto incassato dalla Juve).