ULTIM'ORA

San Paolo, 50mila: Napoli per sè e per il ranking!

Stadio-San-Paolo-in-versione-Champions-League-600x373

di Paolo Jr Paoletti - Saranno 50mila per sfatare il tabù delle italiane nei preliminari Champions. Ansia? Bestia nera? Sarà. Dal 2010 ben 6 sono usciti all’ultima chances per la Champions League: è sucesso a Roma (contro il Porto l’anno scorso), Lazio (Bayer), Napoli (Athletic Bilbao) e 2 volte Udinese (Sporting Braga e Arsenal). Ma anche a (Werder Brema, nel 2010), nel 2006 (Levski Sofia), (2001, Lille), (Helsinborg, 2000) e di nuovo (Rangers, 1999)…

Ben 10 eliminazioni nelle ultime 7 stagioni: qualificato solo il Milan, nel 2013. Mentre dal 1997 al 2009, soltanto 4 squadre sono state escluse dalla Champions League. Preliminari maledetti quindi.

Il 16, però, il Napoli proverà a battere il Nizza spinta dalla carica del San Paolo. A “”, inoltre, sono attesi più di 50mila tifosi, pronti ad assistere ad una sfida molto essante per la prima stagionale, specie per le buone cose fatte vedere durante le amichevoli estive. Mertens, Insigne e compagnia. Carichissimi, gli azzurri. Proprio come Sarri e De Laurentiis. En garde, al San Paolo c’è il Nizza.

Tuttavia dal prossimo anno infatti, l’Italia non disputerà più i preliminari, ma avrà 4 posti diretti in Champions League ( Sky Sport insieme all’Europa League). Decisione Uefa, assurda che assegna posti nelle competizioni europee senza meriti, ovvero non conquistati sul campo, da quando la Coppa dei è stata stravolta per !

Chi occupa il quarto posto nel ranking per nazioni, come l’Italia e la Serie A, avrà il posto in più.
“Attenzione però – dice Andrea Agnelli – speriamo che la bella novità non diventi una beffa”. Ovvero farsi superare dalla Francia, al momento sotto ma vi.

E Napoli-Nizza, rientra proprio in questa ottica, accompagnata dalla fortuna sfacciata di De Laurentis.
I francesi senza e Sneijder arrivano più che battuti al San Paolo. Anche se Favre, tecnico nizzardo, è carico. L’anno scorso il Nizza ha disputato una delle sue migliori stagioni e non teme nessuno.
Ma il Napoli, dopo aver perso contro l’Athletic Bilbao qualche anno fa, stavolta non può fallire. Specie davanti a 50mila tifosi.