ULTIM'ORA

San Paolo, 50mila: Napoli per sè e per il ranking!

Stadio-San-Paolo-in-versione-Champions-League-600x373

di Paolo Jr Paoletti - Saranno 50mila per sfatare il tabù delle italiane nei preliminari Champions. Ansia? Bestia nera? Sarà. Dal 2010 ben 6 club sono usciti all’ultima chances per la Champions League: è sucesso a (contro il Porto l’anno scorso), (Bayer), Napoli (Athletic Bilbao) e 2 volte Udinese (Sporting Braga e Arsenal). Ma anche a (Werder Brema, nel 2010), Chievo nel 2006 (Levski Sofia), Parma (2001, Lille), Inter (Helsinborg, 2000) e di nuovo Parma (Rangers, 1999)…

Ben 10 eliminazioni nelle ultime 7 stagioni: qualificato solo il , nel 2013. Mentre dal 1997 al 2009, soltanto 4 squadre sono state escluse dalla Champions League. Preliminari maledetti quindi.

Il 16, però, il Napoli proverà a battere il Nizza spinta dalla carica del San Paolo. A “”, inoltre, sono attesi più di 50mila tifosi, pronti ad assistere ad una sfida molto interessante per la prima stagionale, specie per le buone cose fatte vedere durante le amichevoli estive. , Insigne e compagnia. Carichissimi, gli azzurri. Proprio come Sarri e De Laurentiis. En garde, al San Paolo c’è il Nizza.

Tuttavia dal pmo anno infatti, l’Italia non disputerà più i preliminari, ma avrà 4 posti diretti in Champions League (esclusiva Sky Sport insieme all’). Decisione , assurda che assegna posti nelle competizioni europee senza meriti, ovvero non conquistati sul campo, da quando la Coppa dei Campioni è stata stravolta per soldi!

Chi occupa il quarto posto nel ranking per nazioni, come l’Italia e la , avrà il posto in più.
“Attenzione però – dice Andrea Agnelli – speriamo che la bella novità non diventi una beffa”. Ovvero farsi superare dalla , al momento sotto ma vicina.

E Napoli-Nizza, rientra proprio in questa ottica, accompagnata dalla fortuna sfacciata di De Laurentis.
I francesi senza Balotelli e Sneijder arrivano più che battuti al San Paolo. Anche se Favre, tecnico nizzardo, è carico. L’anno scorso il Nizza ha disputato una delle sue migliori stagioni e non teme nessuno.
Ma il Napoli, dopo aver perso contro l’Athletic Bilbao qualche anno fa, stavolta non può fallire. Specie davanti a 50mila tifosi.