ULTIM'ORA

I 32 della vetrina Mondiale: chi vuol vincere li prenda!

void(0)

di Paolo Paoletti- Il lascia una grande : l’osservatorio che monitora avanzamenti o retrocessioni dei movimenti calcistici nazionali.
Tra le favorite della vigilia hanno toppato Spagna e rimpiazzate dall’Olanda.
Discreti i percorsi di Francia e Belgio, nel veccho continente, Colombia e Cosica per motivi diversi sono state outsider di Brasile e Argentina.

Il lascia sempre una formazione ideale, il meglio ruolo per ruolo, esercizio accademico perchè nessun giocatore esprime valore oggettivo fuori dal conbtesto in cui si è espresso. Neanche Messi da tutti riconosciuto come il miglior calciatore attuale è riuscito a regalare il titolo alla Seleccion.
Neymar s’è fermato prima, graziato dalla sorte, sulla ginocchiata ignorante di Zua.

In questo meglio del meglio diversi sono tra i neocampioni del Mondo, Neuer e Mueller su tutti.
Tra gli altri c’è James Rodriguez, talento colombiano capocannoniere in Brasile con 6 reti; il velocissimo Robben che ha trascinato l’Olanda; il possente Mascherano, chefesito dell’Argentina.

La top 11 , gioca col 3-4-3:
Neuer; Lahm, Rafa Marquez, Hummels, Rojo; Kroos, Mascherano, Di Maria; Mueller, James Rodriguez, Robben.

A disposizione in panchina allargata gli altri protagonisti:
Portieri: Courtois (Belgio), Romero (Argentina), Ospina (Colombia)
Difensori: Rafa Marquez (), Thiago Silva (Brasile), Vlaar (Olanda), Kompany (Belgio), Blind (Olanda)
Centrocampisti: Matuidi (Francia), Khedira (Germania), Pogba (Francia).
Rifinitori: Bolanos (Costa Rica), Shaqiri (Svizzera), Gervinho (Costa d’Avorio), Goetze (Germania)
Attaccanti: Neymar (Brasile), Klose (Germania), Benzema (Francia), Messi (Argentina), E. Valencia (Ecuador), Sanchez (Cile).

Ecco, invece, chi si è distinto indipendentemente dal risultato della su .
1. NEUER (Germania-28 anni): Il miglior portiere del mondo conferma la sua fama. Sicuro tra i pali, nella presa a terra, nelle uscite, blinda la super difesa di Loew subendo due ininfluenti in cinque gare.
2. LAHM (Germania- 30): Capitano eclettico,indispensabile come centrocampista(tre gare) e difensore esterno (le ultime due con due assist).
3. YEPES (Colombia-38 ): Anima e capitano della Colombia, il centrale dell’Atalanta stupisce con un torneo perfetto. Chiusure, anticipi e riproposizione, super Mario migliora invecchiando.
4. HUMMELS (Germania-25): paragonato a Beckenbauer, e’ un difensore potente e ente, formidabile nel gioco aereo. decisivo con la Francia.
5. KROOS (Germania-24): talento straordinario, e’ esploso con due e quattro assist. Svaria da centrocampista centrale, di fascia, regista, rifinitore e . Grimaldello del 7-1 al Brasile.
6. MASCHERANO (Argentina-30): condottiero indomito, centrocampista interditore, suona la carica con grinta, personalita’ e carisma. Insostituibile, l’ultimo ad arrendersi anche con la Germania.
7. SCHWEINSTEIGER (Germania -30) in crescendo. Baluardo col Brasile e nella finale con l’Argentina in cui lotta come un leone e non lo ferma neanche una ferita che lo fa sanguinare.
8. DI MARIA (Argentina-26): centrocampista offensivo ricco di estro, senso del ma anche proficuo lavoratore per gli altri. da protagonista, decisivo con la Svizzera. Pesa la sua assenza nella finale
9. MUELLER (Germania-25): Thomas come Gerd, cecchino del 1974. Corsa, progressione, tecnica, senso del , spietato predatore d’area che svaria dappertutto, utilizzato anche come mezzala e trequartista. Un assist e cinque , il prototipo dell’attaccante moderno.
10. JAMES RODRIGUEZ (Colombia-23): Rivene del torneo, talento puro, tecnica sopraffina, estro e invenzioni geniali, senso del , dribbling e tiro potente e preciso. Cinque e due assist, in Brasile e’ nata una stella.
11. ROBBEN (Olanda-30): flagella la Spagna con una doppietta irridente, poi sempre protagonista. Chiude con tre , un assist e si procura due rigori. Veloce, imprendibile, meriterebbe il Pallone d’Oro.